Tutto va sessualmente

Le malattie venienti proscero nella moderna società civilizzata, previene i medici britannici. Risparmia l’umanità può solo l’autocontrollo, credono, indicando che i patogeni della Gonorrea hanno anche sviluppato resistenza agli antibiotici, così come i patogeni della tubercolosi.

La leadership dell’assistenza sanitaria britannica kamagra 100 è preoccupata per la crescita del paese nel paese di infezioni sessualmente trasmissibili (STIS), che nel 2012 si avvicinò a mezzo milione. Questo è indicato nei commenti della relazione del National Health Service of England (Salute pubblica Inghilterra, Phe), pubblicata questa settimana.

Nel 2011 sono stati registrati 428.555 casi di STI, e nel 2012 – già 448.422, il loro numero è aumentato del 5%.

Ma più le malattie, maggiore è il rischio di catturare l’infezione per persone ancora sane.

La clamidia più comunemente registrata causata dai batteri di Balaminia, le sue azioni rappresentano quasi la metà dei casi di STI (206 912); Al secondo posto ci sono congalli genitali (73.893) e herpes genitale (32 021), entrambe le malattie virali -.

Il numero di casi di Gonoradsis è aumentato – dal 21 024 nel 2011 a 25.525 nel 2012 (crescita del 21%). E il numero di casi di gonorrea con i contatti omosessuali degli uomini sono aumentati del 37%.

Tale diffusione dei medici di Gonooronia associa a un problema medico globale – la crescita della resistenza dei batteri agli antibiotici, che in precedenza ha detto al giornale.Ru “. I principali esperti di salute sessuale sono la Gran Bretagna che la crescita della Gonorrea si verifica a causa di quelle varietà di Gonococchi, che nessun famoso antibiotico uccide.

Metti una barriera alla diffusione di medici britannici di Gonorrea resistenti agli antibiotici visitare come una delle priorità della medicina. Per risolvere questo problema ha adottato un piano per combattere la gonorrea resistente (piano d’azione di resistenza alla Gonorrea) in Inghilterra e Galles.

Il maggior numero di STI è celebrato tra i giovani sotto i 25 anni, e hanno il 64% di tutte le infezioni compensano la clamidia. Programma di screening national Chlamydia (Programma nazionale di screening Chlamydia) per il controllo dell’infezione raccomanda il test annuale sulla clamidia. Durante 1,7 milioni di test tenuti lo scorso anno, sono stati rivelati 136.000 casi di infezione con la clamidia. I medici britannici includono gli uomini che praticano i contatti omosessuali.

Dr. Gfdda Haves, direttore di PHE nel controllo di STIS afferma che l’anno scorso lo screening delle infezioni sessuali è migliorato significativamente – i medici sono ora in grado di identificare e trattare più malattie di prima.

Tuttavia, ha notato che “troppe persone continuano a praticare il sesso non protetto, non prestando attenzione al rischio di infezione con STI e le gravi conseguenze di tali infezioni, inclusa l’infertilità. Programmi per la promozione della salute sessuale, l’uso di preservativi e test per le infezioni, in particolare nei gruppi di rischio. Dobbiamo creare uno screening onnipresente in Chlamydia. Le autorità locali dovrebbero includerla nel programma di visita medica dei giovani.

Ciò aiuterà questi gruppi di età a sviluppare un atteggiamento positivo nei confronti dei test, che è necessario per garantire la salute sessuale. “.

I leader dei fondi di trasferimento di assistenza sanitaria inglese che riducono il rischio di infezione di STIS:

– Astinenza dal sesso, naturalmente, il modo più efficace non è quello di essere infetto, anche se, naturalmente, poche persone sono adatte;

– La restrizione del numero di partner sessuali è anche abbastanza efficiente;

– Utilizzare un preservativo con ciascun partner sessuale, indipendentemente dal tipo di contatto – con sesso vaginale, orarale o anale;

– test regolari per la presenza di STI, in particolare nei gruppi di rischio (giovani fino a 25 anni e coppie omosessuali);

– Vaccinazione contro alcune forme di cancro, che sono causate dal virus del papilloma umano (HPV) e dall’epatite B;

– restrizione del consumo di alcol, in quanto stimola il comportamento del rischio e la perdita di autocontrollo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Content is protected !!
Shopping Cart